6 usi per l’olio di cocco

Cucinare, struccare, oil-pulling, nutrimento per la pelle (perché ricco di acido laurico), impacco per capelli (tra un primo e un secondo shampo): per tutto questo e molto altro si può usare l’olio di cocco, il wonder-food di oggi!

Prescrivo l’olio di cocco così spesso e per così tanti motivi, che i miei pazienti potrebbero persino pensare che io possieda una piantagione di cocco. Purtroppo per me non è così! Lo prescrivo perché è incredibilmente benefico per la salute.

Oil pulling :  per pulire correttamente la bocca, i denti, la lingua puoi utilizzare l’olio di cocco. Dopo aver pulito la lingua con il netta lingua o un cucchiaino, metti in bocca un cucchiaino di olio di cocco e sposta l’olio con movimenti rapidi da una guancia all’altra, massaggia anche la lingua per qualche secondo, poi sputa e risciacqua la bocca. In questo modo otterrai una pulizia e disinfezione da lieviti, batteri, tossine e cellule di sfaldamento.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: http://www.serenamissori.it/2016/01/pulire-la-lingua-riduce-alitosi-tossine-e-gonfiore/

L’acido laurico nell’olio di cocco leviga la pelle (io lo utilizzo per struccarmi e dopo aver lavato il viso sulla pelle bagnata) ed aiuta per i problemi della pelle come acne, eczema e psoriasi.
L’olio di cocco accelera il metabolismo, aiuta a bruciare i grassi più velocemente. Può migliorare i livelli di colesterolo e trigliceridi. Ed ora sembra anche che l’aggiunta di olio di cocco nella vostra dieta possa aiutare a combattere e contrastare una crescita eccessiva di Candida albicans nell’intestino.

La candida, è un fungo che vive abitualmente nel nostro intestino senza crescere eccessivamente. Tuttavia, in caso di Stress, alimentazione inadeguata, utilizzo di antiobiotici ed altri farmaci, problemi immunitari, la candida può “scatenarsi” e replicarsi eccessivamente. La crescita eccessiva della Candida può causare stanchezza cronica, gonfiore, meteorismo, debolezza, astenia, alterazione della barriera intestinale, alterazione dell’assorbimento dei nutrienti ed anche un’infezione sistemica.

Un nuovo studio dei ricercatori della Tufts University  ha mostrato che l’olio di cocco riduce drasticamente i livelli di candida nell’intestino ed afferma che gli effetti sono così impressionanti tanto che nei pazienti da Candida potrebbe essere utilizzato in alternativa ai farmaci antifungini.

Ecco dunque come io lo utilizzo abitualmente:

Struccare: metti poco olio di cocco su un dischetto di cotone inumidito e procedi con la rimozione del make up. Rimuove anche quello waterproof.

Come olio antiaging: applicare una piccola quantità sulla pelle bagnata del viso e del corpo e massaggiare.

Come condimento ed olio di cottura: in padella, al forno, nelle zuppe
Frullati: aggiungine un cucchiaio al tuo frullato preferito

Ricetta

Torta cocco e banana a basso indice glicemico

Questa Torta che è senza glutine, senza lattosio, a basso indice glicemico, con una buona quota di proteine, è l’ideale per sportivi, bambini, adulti, diabetici, persone in sovrappeso che amano mangiare con gusto e vogliono sentirsi bene!

Ingredienti:

  • 100 g di fiocchi d’avena gluten free frullati a farina;
  • 100 g di farina di cocco;
  • 30 g di sciroppo d’agave;
  • 2 banane;
  • 30 g di olio di riso;
  • 2 tuorli;
  • 6 albumi montati a neve;
  • 1 bustina di livito per dolci.

Preparazione:

Mixare gli ingredienti nell’ordine elencato e infornare a 180 gradi per 45 minuti. Farcire o gustare tal quale