Affettati e insaccati: attenzione a quali scegliere

Affettati e insaccati: attenzione a quali scegliere

Per una dieta equilibrata sarebbe bene limitare il consumo di affettati e insaccati: attenzione però, limitare non significa evitare.

 

Per assicurarci salute bisogna essere molto molto scrupolosi nel momento in cui si acquistano e guardare l’etichetta con minuzia. Infatti, affettati e insaccati possono contenere una serie di conservanti davvero dannosi per noi.

 

Nello specifico parliamo di nitriti e nitrati di sodio e potassio che, una volta ingeriti, vengono convertiti dallo stomaco in nitrosammine: composti organici cancerogeni per il nostro organismo.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la presenza di polifosfati che causano una forte ritenzione idrica e l’alterazione degli elettroliti.

Dobbiamo dunque consumare affettati e insaccati che siano privi di queste sostanze, scegliendo marchi che confezionino i prodotti in modo genuino e utilizzino solo carne, sale, aromi naturali e spezie.

Attenzione anche se contengono lattosio o glutine, poiché oltre alle intolleranze, possono provocarci gonfiore addominale e molti fastidi.

Insomma, quando scegliete gli affettati controllate l’etichetta, fate in modo di badare anche alla provenienza della carne(meglio se italiana e se il prodotto è biologico) e possibilmente scegliete quelli con un ridotto apporto di grassi.

 

Per sapere quali alimenti possono essere alleati per la tua salute, leggi il mio nuovo libro “La Dieta della Pancia”.

 

Vuoi iniziare a prenderti cura della tua pancia?

Scopri La Dieta della pancia

Vuoi iniziare la tua dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta dei Biotipi

Hai problemi di tiroide e vuoi una dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta della Tiroide

SalvaSalva