Consigli nutrizionali: come preparare una frittura sana e gustosa

Uno dei motivi per cui molte persone sono restie dall’iniziare una dieta è la paura di dover rinunciare al gusto e al piacere del cibo. Niente di più sbagliato!

Un’alimentazione sana è possibile senza rinunciare a ciò che ci rende felici!

 

La frittura, per esempio, è spesso demonizzata e si dà per scontato che ogni dieta la escluda, e invece non è affatto così. L’importante è sapere come realizzarla nel migliore dei modi.

 

Ecco come gustare una frittura sana e gustosa:

  • utilizzare l’olio extravergine
  • controllare la temperatura con un termometro da cucina
  • mantenere la temperatura inferiore a 170 °C (in questo modo l’olio non si degraderà e non diventerà tossico)

 

Una frittura preparata seguendo queste semplici accortezze facilita la pulizia degli organi emuntori, cistifellea, fegato e intestino.

Con la dieta della pancia puoi mangiare le patatine fritte, se le friggi a casa in olio extra vergine d’oliva: tagliale a bastoncino o sottili con la mandolina; più la frittura è veloce meglio è, perché preserva le proprietà nutrizionali degli alimenti.

Se di stagione, zucchine, melanzane, carciofi si prestano bene alla frittura. Evita invece i carciofi lessi o al tegame perché provocano gonfiore addominale.

Evita la frittura con olio di semi perché favorisce la gastrite ed è pro-infiammatoria, soprattutto la frittura in olio utilizzato più volte come capita nei ristoranti.

Evitala se soffri di gastrite acuta e diarrea sino a che non le hai risolte.

Se hai la steatosi epatica, la disbiosi e la digestione lenta, prediligi le verdure amare crude o cotte in padella o alla griglia come radicchio, indivia, cicoria, scarola, puntarelle (se di stagione). Se l’intestino è infiammato prediligi le zucchine e i finocchi stufati in padella.

Domande frequenti:
Si può usare la friggitrice ad aria?
La friggitrice ad aria non frigge in maniera più sana rispetto all’olio extravergine e fa formare ugualmente l’acrilammide.
La frittura con olio extravergine di oliva è una frittura funzionale che stimola la secrezione della bile, fa quindi svuotare la colecisti e ripulire il fegato e attivare la peristalsi. La frittura ad aria invece non ha questo effetto sull’apparato digerente.

L’olio di arachidi non è migliore per friggere?
L’olio d’oliva è migliore dell’olio di arachidi perché l’olio di arachidi contiene prevalentemente acido arachidonico, che è il precursore delle prostaglandine, sostanze responsabili dell’infiammazione generale e quindi anche dell’aumento di peso.

Vuoi iniziare a prenderti cura della tua pancia?

Scopri La Dieta della pancia

Vuoi iniziare la tua dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta dei Biotipi

Hai problemi di tiroide e vuoi una dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta della Tiroide

SalvaSalva