Il cavolo e 2 ricette

Cavoli di varie specie

Mi sta molto a cuore il discorso della prevenzione delle malattie tumorali.
Sono fermamente convinta che prevenire in modo naturale le malattie sia meglio che cercare di curarle.
La prima prevenzione la possiamo fare da soli, in casa, in cucina. E possiamo fare del bene a noi stessi ed ai nostri cari.
Il cavolo (Brassica oleracea) è una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicacee di cui esistono molteplici varianti:

  • Cavolo nero toscano
  • Broccolo cinese
  • cavolfiore bianco e verde
  • il cavolo cappuccino
  • cavolo rosso
  • cavolo cinese e portoghese
  • il cavolo di Bruxelles
  • cavolo rapa
  • cavolo broccolo
  • cavolo verza
  • e tanti altri cavoli!

Il cavolo è un potente alleato per la nostra salute, in primis, cosa che probabilmente interessa chi tiene alla linea, ha un valore nutrizionale veramente basso:

23 kcal per 100 g

  • grassi: g 0.45
  • carboidrati:g 4.11
  • proteine: g 1.84
  • fibre: g 2.3
  • acqua: g 93

E contiene numerosi minerali e vitamine anche se i dosaggi non elevatissimi ma è un ottima fonte degli stessi.

Per l’elevato contenuto in fibre e per la presenza di parte cellulare vegetale ha elevato potere saziante e soprattutto favorisce la peristalsi intestinale e svolge un’ azione preventiva di molti tumori (soprattutto intestinali) ed è utilissimo contro l’ulcera gastroduodenale in virtù del suo effetto tampone chimico.

Una nota importante è la capacità delle crucifere di fissare nelle proprie foglie i minerali contenuti nel suolo ma purtroppo anche i metalli pesanti come cromo, piombo, arsenico e cadmio che sono tossici per l’uomo. Per tale motivo è sempre bene assicurarsi della provenienza del cavolo che stiamo per consumare.

La nota dolente dei cavoli sono l’odore che emanano quando vengono cotti.

Perché hanno questo odore?

Quando vengono cotti, tutti i cavoli emanano un cattivo odore perché sono ricchi di composti di zolfo, che vengono liberati dalla cottura.

I solfuri, in gran parte ISOTIOCIANATO DI METILE, svaniscono al 90% dopo 8 minuti di cottura, e l’estrazione è totale dopo 16 minuti. il problema è che l’odore persiste nella nostra cucina per molto più tempo. Un piccolo trucco può essere di cuocere il cavolo in acqua leggermente alcalina, ovvero con un pH di poco superiore a 7, potete utilizzare l’acqua di bottiglia sulla quale potete verificare il pH o correggere il pH dell’acqua del rubinetto aggiungendo o gocce alcaline o una puntina di bicarbonato di sodio.

Tuttavia tutti i cavoli contengono anche sostanze utili nella prevenzione del cancro e che si disperdono con la cottura eccessiva, quindi è bene cucinarli a vapore o in pentola a pressione o saltati per pochi minuti in padella o bere l’acqua di cottura se si preferisce lessarli.

Molti studi confermano il potere anticancro anti fungino e anti infiammatorio del cavolo.

Assodato che l’assunzione di cavolo fa bene alla nostra salute vediamo come poterlo utilizzare in cucina con ricette facili e veloci che portano via veramente poco tempo alla vostra giornata, offrendovi un pasto qualitativamente sano!

RICETTE:

STRACCIATELLA AL CAVOLO

Ingredienti:

  • una tazza di foglie di cavolo tagliate a listarelle
  • mezza tazza di albumi o 1 uovo intero e 2 albumi (dipende dai gusti e dalle proprie necessità)
  • 1 carota
  • ¼ di cipolla
  • 1 costa di sedano o in alternativa un preparato per soffritto disidratato o congelato o del dado vegetale senza sodio e glutammato monosodico
  • peperoncino in polvere o fresco tagliato a pezzettini
  • dell’olio extravergine d’oliva
  • acqua q.b

Preparazione:
Mettere in una pentola tutti gli ingredienti eccetto l’olio. Far cuocere qualche minuti fino a quando l’albume diventa bianco e denso. Togliere dal fuoco ed aggiungere l’olio d’oliva.

E…buon CHE CAVOLO DI STRACCIATELLA che è gluten free, lattosio free, caseina free, soy free, sodio free, ed estremamente deliziosa e benefica, nonché ottima per i vostri muscoli ed il vostro intestino

PANINO DI CAVOLO

Ingredienti:

  • carne bianca o pesce (tonno, merluzzo, gallinella, ecc..)
  • peperoncino
  • aglio
  • uovo
  • cipolla fresca o disidratata
  • curcuma
  • prezzemolo
  • foglie crude o appena scottate di cavolo

Preparazione:

Mettere in un robot da cucina tutti gli ingredienti eccetto il cavolo. Mixare e creare delle polpette schiacciate, cuocere in una padella o piastra antiaderente senza olio. Una volta pronte avvolgerle, dopo averle farcite con una salsa a piacere tipo maionese, nelle foglie di cavolo e gustare. È comodissimo da portare a lavoro in un comodo contenitore e vi fornisce una buona quota di proteine, lipidi e fibre.

 

 

Vuoi iniziare a prenderti cura della tua pancia?

Scopri La Dieta della pancia

Vuoi iniziare la tua dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta dei Biotipi

Hai problemi di tiroide e vuoi una dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta della Tiroide

SalvaSalva