Integratori per autoimmunità, infiammazione, stanchezza

Ecco alcuni degli integratori che ritengo utili nella gestione delle problematiche dovute all’autoimmunità, l’infiammazione, l’intestino, la SIBO, la candida intestinale e vaginale, la permeabilità intestinale, la disbiosi intestinale, la steatosi epatica, le infezioni da virus (EBv, Cmv, Herpes simplex 1 e 2), la stanchezza

Per i dosaggi dovrai far riferimento a quelli che trovi sull’etichetta dei prodotti che decidi di assumere, mentre per i dosaggi personalizzati rivolgiti al tuo medico di fiducia, se non dovessi averlo puoi usufruire della mia consulenza online o in studio.

Prima di assumere integratori ricorda:

Chiedi sempre il parere del tuo medico di fiducia prima di iniziare un’integrazione alimentare, soprattutto per le interazioni tra farmaci e integratori.

È importante scegliere gli integratori in base alle reali problematiche, ti aiuteranno a sentirti meglio solo se saranno adatti a te.

Non assumere integratori che contengono sostanze a cui sei allergico.

Presta attenzione anche agli eccipienti, meno ce ne sono e meglio è in termini di biodisponibilità dei principi attivi e di reazioni non piacevoli!

Se sei in gravidanza o in allattamento, chiedi sempre al tuo medico di riferimento prima di assumere integratori e farmaci.

A partire da pagina 216 del libro La Dieta della Tiroide troverai l’elenco completo degli integratori da assumere in base alla tipologia di problema.

Qui sotto te ne elenco alcuni.

Integratori per l’autoimmunità, l’infiammazione e la stanchezza

Curcumina BCM-95

Effetto antinfiammatorio e rigenerante. 1 g di curcumina al giorno.

Lisina

500 mg per prevenire le recidive dell’Herpes simplex di tipo 1. Attenzione: un eccesso di arginina ne favorisce invece la riattivazione.

Shiitake

Fungo utile per il sostegno al sistema immunitario. Aumenta l’effetto degli ipoglicemizzanti. 500 mg al giorno insieme alla vitamina C (250 mg).

Polyporus

Utile per il sostegno al sistema immunitario, utile in caso di ritenzione idrica anche in corso di ipotiroidismo. Nella medicina tradizionale cinese viene utilizzato per i problemi di ristagno e come diuretico. Ha un’azione prevalentemente drenante, aiutando a migliorare la stasi linfatica. L’azione diuretica del Polyporus non comporta la perdita di Potassio.

Vuoi iniziare la tua dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta dei Biotipi

Hai problemi di tiroide e vuoi una dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta della Tiroide

SalvaSalva