fbpx

La tecnica della manopola e dell’interruttore

la tecnica della manopola e dell'interruttore

Ti capita mai di non sopportare qualcuno “a pelle” o per divergenze caratteriali o morali e sei costretto o in dovere di frequentarlo? Ti accorgi che molto spesso la presenza di qualcuno porta a sentirci svuotati di energie fisiche e mentali, nervosi e irritabili?

Quello che dovremmo imparare a fare è ovviamente evitare, quando possibile, le persone che non ci fanno sentire bene e che ci peggiorano caratterialmente ma anche acquisire abilità difensive per proteggerci.

Ho collaudato proprio per questo la tecnica della manopola e dell’interruttore: due metodologie pratiche atte nel gestire al meglio l’emotività, l’empatia e la sensibilità.

In questo post ti spiegherò le nozioni più importanti, mentre potrai trovare l’approfondimento completo nel mio ultimo libro “un giorno, un mese, una vita”.

La tecnica della manopola

La manopola è un congegno che agisce regolando un tipo di energia o un elemento, consentendo di modularne l’entrata o l’uscita (come un rubinetto dell’acqua). Quella che interessa a noi è una “manopola psichica”, uno strumento che possiamo visualizzare nella nostra mente, che ci consente di modulare, gestire, dosare una graduale apertura o chiusura mentale ed energetica rispetto ad altre persone o situazioni.

Quindi, immagina una manopola rotonda, con una scala numerica che va da 0 a 10, dove zero sta per off ovvero la manopola è chiusa e di conseguenza la corazza non è attiva; mentre 10 sta per la massima apertura ossia la corazza-scudo è alla massima potenza e infine le tacche intermedie rappresentano l’apertura progressiva e quindi la regolazione della corazza.

Ti do un consiglio per imparare la visualizzazione della metodologia della manopola: Cerca una manopola in casa, anche su una vecchia radio, rievoca bene un evento che ti ha dato un forte fastidio/paura/nervosismo psichico e metti la manopola a 10, ovvero massimo scudo o protezione psichica contro una forte emozione. Poi respira lentamente con il naso, con la mente diluisci/attenua volontariamente l’intensità di questa emozione e man mano che si riduce ruota la manopola verso sinistra (a 8-7-6, ecc.) in base a quanto si sta attenuando l’emozione. Fai questo esercizio di attenuazione delle emozioni con la manopola fisica se sei alle prime esperienze (usando la respirazione addominale lenta e rilassando progressivamente il corpo). Esercitati più volte con la manopola fisica per poi arrivare a visualizzarla e praticare questa metodologia senza averla fisicamente con te.

Più la corazza (effetto scudo) è spessa, più ti protegge emotivamente ed energeticamente, meno gli altri possono permearla, sempre emotivamente ed energeticamente parlando.  Lo spessore della corazza è regolabile agendo sulla manopola.  Esercitarsi mentalmente a variare l’intensità di apertura e chiusura della manopola è molto importante e, con il tempo, riuscirai a gestire in modo più sano ed equilibrato i rapporti interpersonali che ti fanno stare male. Visualizza diverse volte l’apertura e la chiusura progressiva, impara a variare a comando l’intensità delle emozioni che vuoi sentire e da cui ti vuoi far permeare. Questo è un allenamento formidabile per la tua mente e per la tua evoluzione, imparare a gestire le interazioni sottili e invisibili con gli altri.

Esercitati per un mese tutti i giorni anche solo per un minuto, in qualsiasi momento, perché questo è un esercizio mentale che migliora la concentrazione, la percezione di sé e degli altri. Dosa l’energia dell’effetto scudo per quello che è necessario; mi raccomando se l’emozione è di media intensità non mettere la manopola a 10, sarebbe un errore perché la tecnica è invisibile agli altri, è nella tua mente, la puoi utilizzare mentre sfoderi il tuo sorriso più disarmante.

La tecnica dell’interruttore

Passiamo all’altro metodo: la tecnica dell’interruttore è più semplice di quella della manopola perché passa da tutto a nulla, blocca del tutto o fa passare tutto.

Dunque, il tuo interruttore mentale deve consentirti di ritirare o espandere in un unico rapido gesto la tua corazza emotiva-energetica. Utilizza questa tecnica con tutte le persone che devi obbligatoriamente frequentare, con le quali hai già ripetutamente sperimentato che l’interazione non è positiva per te.

Se sei un principiante nella gestione delle relazioni, utilizza dapprima la tecnica della manopola per verificare se riesci a trovare la giusta regolazione di apertura-chiusura di interazione e, se questo non risulta possibile se non su 10 (massima potenza), utilizza subito la tecnica dell’interruttore con queste persone per te sgradevoli/negative. Con l’interruttore interrompi immediatamente la “comunicazione energetico-psichica” tra te e l’altra persona o più persone.

Le tecniche della manopola e dell’interruttore non hanno attualmente supporti scientifici occidentali, ma queste e altre tecniche di visualizzazione funzionano davvero bene se allenate.

 

Il menù esistenziale per vivere in forma e senza stress
Scopri Un giorno, un mese, una vita

Oltre 130 ricette biotipizzate per la Tiroide e la Pancia

Scopri Tiroide e Metabolismo. Le ricette

Vuoi iniziare a prenderti cura della tua pancia?

Scopri La Dieta della pancia

Vuoi iniziare la tua dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta dei Biotipi

Hai problemi di tiroide e vuoi una dieta personalizzata e biotipizzata?

Scopri La Dieta della Tiroide

 

 

SalvaSalva